Torna all'archivio
04/09/2017| I benefici della dieta mediterranea sulla salute cognitiva

I benefici della dieta mediterranea sulla salute cognitiva non sono una novità.
Già negli anni ‘50 il nutrizionista americano Ancel Keys aveva notato che le popolazioni del bacino mediterraneo avevano meno possibilità di contrarre alcune malattie metaboliche e cardiovascolari rispetto alle popolazioni americane.


La dieta mediterranea, infatti, ha effetti protettivi a livello vascolare e positivi a livello antinfiammatorio.
Partendo da queste evidenze, che sottolineano l’importanza rivestita dall’alimentazione mediterranea nella salute, in particolare nell’ambito della salute cognitiva, è stato creato un nuovo regime alimentare chiamato “Mind”, ovvero Mediterranean-Dash Intervention for Neurodegenerative Delay. Tale dieta sembrerebbe, infatti, ridurre il rischio di malattie degenerative grazie agli alimenti con effetti antiossidanti di cui è composta. Fra questi vi sono: verdure a foglia verde, frutta secca, frutti di bosco, pesce, fagioli, pollame, olio d’oliva e vino.


Per comprendere l’impatto a lungo termine che queste diete hanno sulle capacità cognitive e sull’eventuale sviluppo di malattie neurodegenerative, un gruppo di ricercatori dell’Università di San Francisco ha indagato la relazione fra abitudini alimentari e abilità cognitive di un campione di 5907 anziani. Nello specifico i ricercatori si sono concentrati su memoria e attenzione e hanno evidenziato che coloro i quali aderivano alla dieta mediterranea ottenevano, poi, risultati migliori nei test cognitivi. Per gli anziani che seguivano una dieta mediterranea il rischio di sviluppare deficit cognitivi e malattie neurodegenerative era, infatti, minore del 35%.


Gli studiosi hanno inoltre ipotizzato che una corretta dieta influenzi positivamente anche il decorso e il trattamento di alcune patologie psichiatriche quali Schizofrenia e Depressione.

Da questo studio si comprende, quindi, che un corretto regime alimentare è fondamentale non solo per la salute fisica ma anche per quella mentale.

Fonte: sito Harmonia Mentis


 

A cura di Comunicazione Corporate Angelini

Torna all'archivio